Le riviste stampate più lette dagli italiani
You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Edizioni digitali? Ecco le riviste (stampate) più lette dagli italiani

Pubblicato : 03/05/2018 10:21:22
Categorie : Cataloghi e house organ

Edizioni digitali? Ecco le riviste (stampate) più lette dagli italiani

Quando il mondo di internet e la tecnologia che ci circonda diventa la nostra principale fonte di notizie, la prima cosa che ci si domanda è “Quanto sopravvivrà la carta stampata?”. Probabilmente è già da un po’ che i più danno per spacciata la carta da sfogliare ma, più di un signore, del tenore di Jeff Bezos, ha rilanciato. Ultimo atto, all-in. La carta rilancia e vince tutto e le riviste stampate ritornano tra le più lette in assoluto.

Potrebbe essere un azzardo e invece, è evidente, il troppo storpia. Troppe notizie, troppe fonti, sovraccarico comunicativo e informativo: benvenuti nel secolo dei social media! E’ vero, probabilmente internet sarà il modo più rapido ed economico di attingere a informazioni di ogni genere ma quanto ci costa fidarci dell’ultima pubblicazione? Nessuna notizia certa e allora le riviste stampate tornano di moda.

Eppure, stiamo parlando di notizie. Fatti di cronaca, informazioni, pubblicità, riviste femminili. Quali saranno le riviste stampate più lette dagli italiani? E quali sono i settimanali più venduti? Ne citiamo tre: al primo posto c'è “TV Sorrisi e Canzoni” (con Alfonso Signorini), seguono “Di più” e “L’Espresso”. E’ evidente che gli italiani abbiano un debole per i periodici settimanali di  gossip.

La diffusione digitale ha sicuramente stravolto le modalità di acquisizione delle informazioni eppure anche le principali riviste italiane sono ormai dotate sia della parte classica, quella cartacea, che della controparte digitale. E se le novità nel campo del digitale sono le più svariate - basti pensare ai video a 360°, i VR interattivi, le animazioni – di certo il cartaceo gioca altrettanto la sua parte: inserti speciali, novità nelle edizioni domenicali, sino alle sezioni dedicate interamente ai giovani lettori. Funziona? La risposta è sì. Lo stesso discorso è applicabile alle riviste.

Riviste stampate o digitali? Facendo un giro sul web, anche qui, non è possibile non scontrarsi con i principali canali di distribuzione delle riviste in digitale. Andiamo su issuu.com, il principale portale per quanto riguarda la pubblicazione di riviste online. Questo sito utilizza una divisione in categorie e, ormai è evidente, nessuno può fare a meno di pubblicare la sua. Quello che però vi sconvolgerà (o forse no), continuando la navigazione, è il fatto che a quei numeri corrispondono altrettanti di riviste stampate, e forse anche di più.

Stampare e divulgare le proprie riviste permette a ogni azienda, a ogni agenzia, alle associazioni, agli studi di professionisti… Di offrire un valore aggiunto ai propri clienti che, di fatto, avranno qualcosa da poter toccare con mano e con cui confrontarsi davanti alla necessità o al bisogno, che può essere soddisfatto dallo stesso prodotto in vendita. E’ una sorta di contatto diretto, imprescindibile.

Sarà che ci piace essere nostalgici. Sarà pure che sfogliare le riviste stampate ci permette di avere un rapporto più diretto – e non robotico – con il nostro interlocutore. Sarà, ancora, che chi ha scommesso tutto sulla carta stampata c’ha preso di brutto. Sarà che lo preferiamo e basta, nonostante i comfort, le altre possibilità e l’innovazione tecnologica. Sarà quel che sarà ma, noi di CataPrint, ne siamo fermamente convinti: è per questo che per le riviste stampate, da noi, siete di casa.

Condividi questo contenuto